Obiettivo Benelux II edizione - 2016

Camperando tra Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo



Giunge alla seconda edizione la guida "Obiettivo Benelux", triplicando il numero di pagine rispetto alla precedente e accompagnandovi nel vostro viaggio fra le realtà affini ma non uguali di tre stati che la storia ha spesso unito - il Belgio, i Paesi Bassi e il Lussemburgo - ma che socialmente si trovano divisi da culture diverse e in un certo senso anche opposte. Si pensi allo stesso Belgio, all'interno del quale una linea di confine invisibile separa all'altezza della capitale Bruxelles la sua regione meridionale, la Vallonia, francofona e cattolicissima, dalla sua regione settentrionale, le Fiandre, dove si parla il neerlandese e gli odierni cattolici sono frutto delle logoranti guerre di religione combattute tra il '500 e il '600 tra l'intransigenza degli spagnoli e il protestantesimo dei vicini olandesi.

Tre economie diverse, anche in relazione alla morfologia del territorio, in cui l'ingegno dell'uomo ha supplito spesso alla carenza di risorse della natura: a un Lussemburgo e a una Vallonia pieni di verde con splendidi boschi e valide risorse del sottosuolo, si contrappone il territorio piatto e originariamente paludoso della costa fiamminga belga e della quasi totalità dei Paesi Bassi, nel cui territorio la costruzione di dighe, canali e polder ha addirittura strappato al mare vaste porzioni di terra utilizzata per la costituzione di nuovi insediamenti umani e per la creazione di nuove terre da coltivare; senza contare le attività commerciali e marinare di questi popoli e le ricchezze accumulate dal '500 al '700 (i secoli d'oro durante i quali esplose la grandezza della cultura e dell'arte fiamminga) che costituiscono oggi, insieme ai paesaggi naturali tutti da esplorare, le ragioni stesse del viaggio.

Un viaggio che va alla scoperta degli stereotipi di quest'area, dai mulini a vento ai campi di tulipani, dai romantici canali agli edifici gotici e rinascimentali che caratterizzano l'architettura fiamminga. Ma anche un viaggio che, sviluppandosi per 2.500 chilometri, va all'esplorazione di ben centoventi località grandi e piccole dei tre Paesi, permettendo di scoprire anche quei territori abitualmente poco battuti dal turismo, tra borghi incorniciati dall'acqua, abbazie in cui si produce ottima birra artigianale, castelli incantati che rimandano alle atmosfere delle favole, facciate in mattoni dai tipici frontoni a gradoni, case galleggianti, ponti mobili, polders e immense dighe "lanciate" sul Mare del Nord; insomma un affascinante zoom tra natura, arte e storia proiettato su un vasto orizzonte in cui, puntando a conoscere il lavoro di questi popoli e le loro culture così particolari, è possibile ritrovare anche un po' se stessi e la propria capacità di viaggiare davvero in libertà. Che ne dite, volete venire con noi alla scoperta del Benelux?

Gli otto itinerari

Sono otto i grandi itinerari di questa seconda edizione della guida sul Benelux e toccano in pratica tutte le regioni dei tre stati; ciascun itinerario è illustrato da una specifica mappa che ne delinea il percorso ed è corredato da una scheda finale con tutti i punti sosta (campeggi, aree attrezzate e parcheggi) utili per il camper, ciascuno con coordinate GPS. Ecco in sintesi caratteristiche e percorsi.

Iniziamo con un percorso che si snoda per poco meno di 270 chilometri tutto all'interno dei confini del piccolo stato del Lussemburgo, con la visita delle principali cittadine e dei castelli più importanti del Granducato, per poi concludersi nella capitale. Le località descritte sono: Schengen, Remich, Ehnen, Grevenmarcher, Echternach, Beau-fort, Vianden, Clervaux, Wiltz, Esch-sur-Sûre, Bourscheid, Diekirch, Ettelbruck, Pettinghen, Merch, Larochette e infine la capitale Lussemburgo.
Questo secondo itinerario parte dove si era concluso il precedente, in pratica dai confini tra il Principato del Lussemburgo e il Regno del Belgio, toccando dapprima la provincia del Lussemburgo belga con Arlon, l'Abbazia di Orval, Florenville, Bouillon, St. Hubert; quindi la provincia di Namur con Rochefort, l'Abbazia di Notre-Dame di St-Remy, Han-sur-Lesse, Eprave, Lavaux-St.Anne, Mont-Gauthier, Celles, Vêves, il Santuario di Foy-Notre-Dame, Dinant, il Castello di Spontin e il capoluogo Namur. Si esplorano così in circa 260 chilometri affascinanti cittadine ricche di tesori, castelli fiabeschi e abbazie dove ancora oggi si produce dell'ottima birra.
Rimaniamo in Belgio anche per questo terzo itinerario che tocca dapprima Liegi, quindi le province del Limburgo e del Brabante Fiammingo, la capitale Bruxelles e nell'ultima parte le province del Brabante Vallone e del-l'Hainaut. Ci troviamo così a cavallo tra la Vallonia e le Fiandre, toccando con mano la doppia anima di questo stato bilingue. Le località visitate in circa 320 chilometri sono nell'ordine: Liegi, Tongeren, Hasselt, Sint-Truiden, Zoutleeuw, Lovanio, Bruxelles, Waterloo, Nivelles, Binche, l'Abbazia di Bonne Espérance, Mons, Grand-Hornu e Tournai.
Il nostro viaggio nel Belgio prosegue con la sua regione nord-occiden-tale, le affascinanti Fiandre, seguendo il filo di Arianna delle squisite praline di cioccolato, celebre prodotto locale da scoprire insieme alla affascinanti città dell'area, accarezzate dai canali e incorniciate dalle preziose architetture fiamminghe. Si parte da Mechelen per poi toccare, in circa 320 chilometri, Lier, Anversa, Sint-Niklaas, Gent, Brugge, Damme, Ostenda, le cittadine lungo il Mare del Nord di Middelkerke, Nieuw-poort e De Panne, infine Veurne e Ieper.
Il primo itinerario riguardante i Paesi Bassi è legato alla scoperta delle province della Zelanda e dell'Olanda meridionale, che occupano l'area sud-occidentale del Paese, in buona parte sotto il livello del mare, tra grandi dighe, polders e vasti orizzonti che incorniciano storici borghi ricchi di suggestioni e affascinanti città moderne come Rotterdam e L'Aia. Nei 280 chilometri del percorso si toccano Middelburg, Veere, Goes, il Delta Expo vicino a Stellendam, Dordrecht, Kinderijk, Rotterdam, Delft, L'Aia, Leida e Gouda.
Questo secondo itinerario nei Paesi Bassi si svolge nel cuore dell'Olanda più turistica, toccando oltre alla capitale Amsterdam tutte le principali cittadine nei suoi dintorni e i Parchi Naturalistici ed Etnografici che sono nel cuore di tutti gli amanti di questa nazione. Si parte da Haarlem, nella provincia del Noord-Holland, e dal vicino Parco di Keukenhof, con i suoi campi che in primavera vedono migliaia e migliaia di tulipani in fiore, e si prosegue quindi per Alkmaar, Zandam con il Parco-Museo dello Zaanse Schans, per giungere ad Amsterdam; si prosegue quindi per le famose cittadine del Waterland, come Marken, Monnickendam, Volendam ed Edam, per finire nella Frisia occidentale con Hoorn ed Enkhuizen, per un totale di circa 240 chilometri.
Questo capitolo si svolge nella parte nord-orientale dei Paesi Bassi, lontano dai luoghi turisticamente più conosciuti, inoltrandosi in uno scenario di grande fascino fra atmosfere rarefatte e grandi orizzonti al di là della grande diga di sbarramento sul Mare del Nord di Afsluitdijk, in cui si incontrano suggestivi borghi marinari e aggraziate città sui canali come Bolsward, Makkum, Workum, Hindeloopen, Ijlst, Sneek, Leeuwarden, Dokkum, Lauwersoog, Pieterburen, per concludersi dopo circa 270 chilometri a Groningen.
L'ultimo itinerario della guida è anche il più lungo, dato che si sviluppa per circa 430 chilometri, toccando villaggi che sembrano uscire dalle favole, stupendi parchi naturalistici e affascinanti città ricche di tesori artistici fra le province centro e sud-orientali dei Paesi Bassi; si parte da Giethoorn per poi toccare Staphorst, Zwolle, Kampen, Deventer, Zutphen, il Parco Hoge Veluwe, Arnhem, 's'Hertogenbosch, Eindhoven, Thorn e Maastricht, chiudendo così quel cerchio ideale sul "pianeta Europa" iniziato a Schengen, in Lussemburgo, che era stata la prima località del primo itinerario.
Obiettivo Benelux
II edizione - 2016
Edizioni Fotograf Palermo (2012)
ISBN 978-88-97988-02-1
316 pagine, 546 foto
€ 30.00 + spese postali

   Sfoglia la guida
Premessa
Introduzione
Un po' di storia
Perchè il viaggio nel Benelux
La rete stradale
Costo della vita
Shopping e orari di apertura di musei e negozi
Cucina
Uffici del Turismo
Il Benelux
dalla A alla Z
A = Antiquariato
B = Beghinaggio
C = Circolazione e biciclette
D = Documenti
E = Europa
F = Fiandre
G = Gioielli e diamanti
H = Heineken & C.
I = Industria ed economia
K = Kaas
L = Lingue
M = Mulini
N = Natura
O = Oltremare
P = Polder
Q = Quando andare
R = Religione
S = Soste e pernottamenti
T = Tulipani
U = Utrect
V = Vallonia
W = Waag
Z = Zoccoli
Indice dei luoghi
Il decalogo del camperista responsabile
Gli autori
Gli itinerari
Un paese da favola
  • Lungo la Mosella
  • Il Mullerthal e le Ardenne
  • La capitale del Granducato
A tutta birra
  • La provincia del Lussemburgo belga
  • La provincia di Namur
Doppia anima
  • A Liegi sulle orme di Simenon
  • Le province di Limburgo e del Brabante Fiammingo
  • Bruxelles capitale d'Europa
  • Le province del Brabante Vallone e dell'Hainaut
Nel regno del cioccolato
  • La provincia di Anversa
  • Verso Gent e le Fiandre orientali
  • I gioielli di Brugge
  • Le Fiandre occidentali
Sotto il livello del mare
  • Tra le dighe e le isole della Zelanda
  • Verso Rotterdam
  • Dall'Aia a Giuda
Nel segno dei mulini a vento
  • Tra tulipani e formaggi
  • Amsterdam, capitale multietnica
  • Il Waterland, la terra sull'acqua
  • La Frisia occidentale
La grande diga
  • La diga di Afsluitdijk a Leeuwarden
  • Da Doccum a Groningen
Vasti orizzonti e borghi di fiaba
  • La provincia dell'Overijssel
  • La provincia del Gelderland
  • Il Brabante settentrionale e il Limburgo olandese

Un paese da favola - Lussemburgo

A tutta birra - La regione belga della Vallonia

Doppia anima - Le province belghe del Limburgo, del Brabante, Bruxelles e l'Hainaut

Nel regno del cioccolato - Le Fiandre, la regione fiamminga del Belgio

Sotto il livello del mare - La Zelanda e l'Olanda meridionale

Nel segno dei mulini a vento - La provincia del Noord-Holland, Amsterdam, il Waterland e la Frisia occidentale

La grande diga - La Frisia e la provincia di Groninga

Vasti orizzonti e borghi di fiaba - Le province dell'Overijssel, del Gelderland, del Brabante settentrionale e del Limburgo olandese
©2012-2017 Mimma Ferrante & Maurizio Karra - Le Vie del Camper - Edizioni Fotograf Palermo
È vietata la riproduzione anche parziale dei testi e delle opere citate senza l'autorizzazione scritta degli autori e dell'editore
ggs2012  |  info cookie policy e disclaimer
Forse potrebbe interessarti anche:
Obiettivo Germania
Dieci itinerari attraverso i Land tedeschi, tra case a graticcio, percorsi tematici, tesori architettonici e una natura da godere, alla scoperta della Germania, la nazione europea più ospitale verso i camperisti