Gli autori


Mimma Ferrante e Maurizio Karra: chi siamo?

In estrema sintesi, un'affiatata coppia sia nella vita che nel lavoro, due giornalisti che collaborano da circa vent'anni ad alcune delle principali riviste italiane con servizi e reportage di turismo dall'Italia e dall'estero e che sono autori, in coppia o singolarmente, di saggi, articoli vari e, ovviamente, di guide di viaggio sulla Sicilia, sull'Italia e sull'Europa, nonché di alcuni romanzi. Ma anche due camperisti "incalliti" (la nostra prima esperienza risale al 1983), che hanno visitato a bordo dei loro camper quasi tutti i Paesi dell'Europa e del Mediterraneo raggiungibili su ruote.

Ebbene, in questi anni abbiamo ricevuto da parte dei nostri lettori varie mail, oltre a messaggi personali su Facebook o altri social, che ci chiedevano notizie o precisazioni su di noi e sul nostro lavoro piuttosto che sulle nostre guide o magari su un itinerario relativo a una specifica nazione. Pian piano è come se da questo dialogo a distanza si sia costruita una sorta di intervista quasi involontaria che, sfruttando le varie domande e le risposte via via da noi fornite, abbiamo pensato di trasformare adesso in un testo che crediamo possa essere di interesse generale, per conoscerci meglio e per rispondere meglio a dubbi e curiosità comuni, e magari anche per segnalazioni e consigli; un'intervista ''in fieri'' che pensiamo anche di aggiornare periodicamente proprio per tenere aperto questo dialogo che riteniamo davvero stimolante anche per noi stessi e il nostro lavoro di giornalisti. Abbiamo ovviamente scelto fra tutti i messaggi pervenutici solamente quegli argomenti che potevano essere di interesse per il maggior numero di persone e li abbiamo raggruppati, con le relative nostre risposte, per specifici argomenti al fine di renderne più facile la consultazione a tutti gli interessati. Speriamo che tutto questo vi faccia sentire attivamente partecipi del nostro lavoro e delle modalità con le quali anno dopo anno abbiamo risposto in concreto anche alle vostre sollecitazioni e ai vostri suggerimenti (di cui abbiamo fatto e sempre faremo prezioso tesoro), per potere fornire a tutti voi sempre dei volumi che siano davvero utili, concretamente, ai vostri viaggi e ai vostri week-end.

Chi siamo

Domanda: Sono un vostro lettore, avendo acquistato già quattro vostre guide, e mi farebbe piacere conoscervi meglio come persone, ho sentito parlare spesso di voi ma non ho molte notizie, neanche dai profili Facebook.
Mimma: Capiamo la curiosità di chi ci legge, ma preferiamo che di noi parlino le nostre guide; in ogni caso siamo una coppia anche nella vita e condividiamo da sempre la passione per i viaggi e il camper, oltre che quella per l'arte, la cultura, la scrittura e la fotografia. Il marito, che ha scelto di non avere un suo personale profilo Facebook, è anche un appassionato antropologo sociale e questo ci ha condotto a organizzare e gestire i nostri viaggi (e quindi poi le nostre guide) con uno specifico interesse ai popoli delle nazioni che abbiamo visitato, alla loro cultura, alla loro storia; e tutto questo, come avrete certamente capito dalle guide che avete acquistato e probabilmente già usato, ha fortemente influenzato la redazione dei vari itinerari.
Domanda: Siete davvero dei giornalisti o ''solo'' dei camperisti?
Maurizio: Vi assicuriamo che, oltre a essere ''fanatici'' camperisti, siamo entrambi da tantissimi anni giornalisti iscritti all'albo professionale, altrimenti non ci definiremmo ''giornalisti''.
Domanda: Quali esperienze avete oltre a quella delle guide?
Mimma: I lettori del mensile ''AC-Autocaravan'' ci conoscono bene, avendo lavorato su questa testata per circa quindici anni, fino al momento della sua chiusura. Ma entrambi abbiamo maturato, sia in precedenza che successivamente, altre esperienze giornalistiche, insieme o separatamente, sia a livello locale che soprattutto a livello nazionale, collaborando in particolare ad alcune delle maggiori riviste italiane di turismo, da ''Tuttoturismo'' a ''Qui Touring'', da ''Plein Air'' a ''Camper & Caravan''.

La collana ''Le Vie del Camper''

Domanda: Com'è nata la collana delle vostre guide?
Maurizio: Quando alcuni anni fa il mensile per il quale lavoravamo (AC-Autocaravan) cessò le pubblicazioni, tutta la redazione del giornale (così come quelle delle altre venti riviste dello stesso editore) si trovò improvvisamente senza lavoro. Ognuno ovviamente provò a trovare posto in altre redazioni; io e mia moglie Mimma invece, provammo a concretizzare un progetto che avevamo in realtà già provato a realizzare in seno alla redazione di ''AC'', ossia dei volumi di approfondimento monografico da fare uscire trimestralmente con la rivista. Solo che, a questo punto, visto come erano andate le cose, dovevamo trovare un editore che credesse nel progetto e ne condividesse anche gli oneri. Lo trovammo proprio a Palermo, la nostra città, e così uscirono nel 2012 le prime quattro guide dedicate a Paesi europei di quella che sarebbe diventata la nostra collana ''Le Vie del Camper''; quattro volumetti ai quali fu quasi imposto un numero massimo di pagine: ''proviamo così con questi e vediamo come va'', ci fu detto, ''poi decideremo che cosa fare in seguito''. Sappiamo tutti, fortunatamente, com'è andata...
Domanda: Cosa differenzia le vostre guide dalle altre reperibili in Italia (es. guide Touring Club, Routard, EDT Planet, ecc.)?
Mimma: A differenza di tutte le altre guide di viaggio pubblicate, quelle della nostra collana sono specificatamente studiate per le esigenze dei camperisti, con percorsi stradali ben delineati e campeggi, aree attrezzate e parcheggi adatti al camper in ogni località visitata di cui sono riportate le coordinate GPS. Inoltre, tutti gli itinerari di cui ogni guida si compone riguardano non solo mete di primaria importanza, ma anche località minori tutte da scoprire, alcune delle quali appena accennate o talvolta nemmeno citate da altre guide.
Domanda: Qual è l'obiettivo primario della collana ''Le Vie del Camper''?
Maurizio: A monte c'è la nostra curiosità di scoperta, volta a trovare luoghi che meritano di essere visitati e che magari in pochi conoscono: è una caratteristica di ogni nostro viaggio, alla cui base vi è la voglia di non percorrere solamente sentieri già noti, di non seguire le orme dei più, ma di avventurarsi anche laddove in genere il turista non arriva. Poi, in fase di redazione delle guide, tutto quello che merita di essere descritto e che è stato in concreto facile da raggiungere e da visitare diventa una delle mete di un itinerario. Quindi nelle nostre guide troverete ovviamente le mete famose e iper-turistiche (come le città di Cracovia, Varsavia o Danzica nella guida ''Obiettivo Polonia e Repubbliche Baltiche''), ma troverete anche luoghi di cui magari nessun'altra guida ha mai parlato o a cui ha dedicato qualche riga soltanto (sempre facendo riferimento alla stessa guida, per esempio la chiesa lignea di Dębno Podhalańskie, la tana del lupo vicino Gierłoź o il Castello di Baranów Sandomiersky). Quindi, sfruttando la grande libertà di movimento che solo un camper può offrire, i nostri itinerari diventano occasioni di scoperta continua per tutti i nostri lettori. Ecco, questo possiamo considerarlo il vero obiettivo del nostro lavoro giornalistico.
Domanda: Mi piacerebbe sfogliare qualche vostro volume prima di acquistarlo. Come posso fare?
Mimma: Su questo sito troverete per ogni guida pubblicata alcune pagine da sfogliare (cliccando sul pulsante ''Sfoglia la guida'' sotto l'immagine della copertina), oltre a una descrizione di tutti gli itinerari e a varie immagini che ne illustrano le principali località toccate. Inoltre se avete la curiosità di sapere se una specifica città o un paese fanno parte di uno degli itinerari di una qualunque delle nostre guide, potrete consultare l'indice delle località che vi indirizzerà alla guida che ne parla.
Domanda: In quale libreria posso trovare le vostre guide?
Maurizio: E' possibile prenotarle solo via Internet e le riceverete comodamente a casa con plico postale raccomandato (tracciabile attraverso il sito web delle Poste) dopo averne effettuato il pagamento con PayPal o tramite bonifico bancario, in tutta sicurezza.

Come nasce e viene realizzata una guida

Domanda: Siete stati davvero in tutti i posti che descrivete nel volume che ho acquistato (ndr ''Obiettivo Mitteleuropa'')?
Mimma: Ovviamente sì! Nella guida troverete una serie di descrizioni, sensazioni e notizie logistiche sulle città grandi e piccole delle nazioni oggetto della guida che sarebbe davvero difficile, se non impossibile, scrivere senza l'esperienza personale maturata ''sul campo''. Vi sono poi anche varie immagini all'interno dei vari itinerari che testimoniano la presenza del nostro camper in varie località descritte nella guida, e non solo in copertina. E lo stesso vale per tutte le guide della nostra collana.
Domanda: Gli itinerari descritti nella guida che ho ordinato (p.e. ''Obiettivo Alpi'': Svizzera e Austria) possono essere fatti in un unico viaggio?
Maurizio: Dipende ovviamente dal tempo a disposizione e dal ritmo che si intende seguire; a priori non si può dire di no, ma crediamo sia difficile riuscire a seguire tutti gli itinerari della guida nell'ambito di un solo viaggio (e questo vale per tutti i volumi della collana). Se può essere utile, considerate che noi, per esempio, abbiamo percorso gli itinerari descritti nella guida in almeno otto viaggi e in più occasioni abbiamo ritenuto utile tornare sui nostri passi. Vi sono poi città che abbiamo visitato anche quattro o cinque volte nel corso degli ultimi anni. Il nostro consiglio è quindi quello di seguire alcuni itinerari rapportandoli ai giorni disponibili e ai ritmi personali con cui si affronta la visita delle varie città grandi e piccole, o anche di mescolare una parte di un itinerario con una parte di un altro, seguendo quindi la guida con libertà. D'altronde i camperisti non sono viaggiatori in libertà?
Domanda: Come nascono davvero le vostre guide? Cioè, scrivete quando viaggiate o che so...? ... E poi, un'ultima curiosità: è l'editore che vi assegna il lavoro da fare o siete voi che lo fate liberamente?
Mimma: Tutte le nostre guide sono nate e continuano a nascere grazie all'esperienza diretta, nostra e sul nostro camper, nei luoghi e sulle strade che descriviamo. L'editore ci ha ormai lasciato briglia sciolta sul nostro lavoro e quindi siamo assolutamente liberi di muoverci per realizzare i vari volumi o per aggiornarli con le seconde edizioni. Entrando più nello specifico, prima di iniziare ogni viaggio tracciamo un primo borderò di ciò che ci interessa, delle strade da percorrere, dei musei che non possiamo fare a meno di visitare, e così via; poi in corso di viaggio aggiungiamo località o approfondiamo itinerari grazie ai contatti in loco, modificando eventualmente il percorso di massima che ci eravamo prefissi, e così via. In viaggio ovviamente scattiamo tantissime foto ai paesaggi e ai monumenti che ci serviranno poi in fase di redazione sia per meglio descrivere i luoghi che per documentare e corroborare i testi. E prendiamo appunti di ogni tipo, recuperiamo materiali cartacei anche in lingua straniera (poi penseremo a tradurli...), segniamo le coordinate GPS dei punti sosta utilizzati, ecc.. Infine ogni sera proviamo a tracciare un primo iper-sintetico diario di viaggio con brevi descrizioni delle località visitate e dei monumenti/luoghi visti, redigendo sul PC portatile un primo documento che diventerà il ''brodo di coltura'' della successiva elaborazione, a viaggio concluso. Ovviamente ci sono guide che nascono più ''a caldo'', con l'elaborazione dei vari itinerari in un unico periodo, e altre su cui elaboriamo per mesi materiali raccolti in più occasioni e che meritano vari approfondimenti prima di uscire. E poi ci sono le modifiche a ogni ristampa (soprattutto riguardanti la logistica) che le tengono aggiornate nell'interesse dei nostri lettori, magari anche sfruttando le loro stesse segnalazioni (un campeggio chiuso, una nuova area attrezzata). E ci sono ormai tante guide giunte alla seconda edizione, resasi necessaria a distanza di tempo per riformulare in modo radicale il progetto stesso della guida: i questi casi fra la prima e la seconda edizione l'unica cosa che può rimanere uguale è solo il titolo!

I Paesi visitati e i titoli

Domanda: Avete scritto una guida per ogni paese visitato?
Maurizio: Non proprio: intanto dobbiamo distinguere fra le guide dell'Europa e quelle dedicate all'Italia, in cui, a eccezione delle isole maggiori, la nostra penisola è stata divisa in macro-aree (Italia nord-occidentale, Italia nord-orientale, Italia centrale e Italia meridionale), con la descrizione di quattro o cinque regioni per ogni volume; per quanto riguarda le guide d'Europa, vi sono volumi monografici (per esempio ''Obiettivo Francia'' o ''Obiettivo Germania''), dedicati cioè a una singola nazione europea; e ve ne sono altri dedicati a più stati (per esempio ''Obiettivo Mitteleuropa'', con itinerari relativi a quei Paesi del centro Europa che hanno rappresentato in un certo senso il territorio dell'Impero Asburgico, come la Boemia, la Moravia, la Slovacchia, l'Ungheria, il nord della Croazia con la capitale Zagabria, la Slovenia fino al porto di Trieste, e ovviamente il cuore dell'Austria, con Vienna, Salisburgo, Graz e Linz). Ma vi sono anche altri Paesi esteri che noi abbiamo visitato negli anni passati e che non sono stati (almeno finora) oggetto di una guida; o perché necessitano di vari approfondimenti prima di pensare alla redazione di una guida (per esempio la Romania o la Turchia) o perché sono venute meno le condizioni di sicurezza che riteniamo indispensabili per guidare i nostri lettori nel loro territorio (come i Paesi del sud del Mediterraneo).
Domanda: A cosa state lavorando adesso? Quali saranno i prossimi titoli?
Mimma: Per adesso la nostra priorità è quella di lavorare su alcuni dei titoli già usciti per la redazione di seconde edizioni dei volumi più datati; in questi casi si tratta di guide completamente nuove, con nuovi itinerari e rifacimenti di tutti gli altri e con un numero di pagine visibilmente superiore che lascia intendere come del volume originario sia rimasto davvero poco. Ma pensiamo anche di aggiungere qualche nuovo titolo alla collana, prioritariamente con altri Paesi dell'Europa orientale, seppur questo non avverrà a breve tempo. Abbiamo però un paio di progetti su cui stiamo lavorando. Nella speranza che anche il vicino Oriente e i Paesi del nord-Africa riacquistino quella tranquillità politica e sociale che consenta di tornare a essere mete turistiche sicure, soprattutto per chi viaggia in camper, quindi senza ''reti di sicurezza'' in caso di problematiche da dover improvvisamente affrontare localmente e che rischierebbero ovviamente di mettere a repentaglio la serenità del viaggio se non addirittura l'incolumità personale.

Le Guide e Internet

Domanda: Le vostre guide sono solo cartacee o sono anche in formato E-Book?
Maurizio: Solo in formato cartaceo, al momento non è previsto altro formato.
Domanda: Come mai non pensate a utilizzare di più il web? Non è più pratico scaricare da Internet quello che serve?
Mimma: La nostra scelta sul solo formato cartaceo delle guide della nostra collana è legata alla garanzia sui diritti d'autore (per noi) e di pubblicazione (per l'editore) che solo un libro stampato e pubblicato con un codice ISBN (come le guide de ''Le Vie del Camper'') può garantire; e poi tutte le guide autorevoli sono solo su carta. Sulla rete circola di tutto, e non è detto che non si trovi anche materiale interessante. Ma la veridicità dei contenuti non è sempre sicura, non credete? Una guida pubblicata è tutt'altra cosa. Quello che è certo è che, dietro la redazione di ogni guida, c'è sempre tanto, tanto lavoro, sia sul campo che a viaggio ultimato nel corso della scrittura vera e propria, per la scelta del materiale iconografico, per l'impaginazione, ecc. Quindi riteniamo che sia corretto rispettare questa grossa mole di lavoro, non vanificando in un veloce download (spesso troppo facilmente esportabile a più fonti che non ve vantano diritto) le notizie documentate di prima mano e con una buona dose di fatica. In ogni caso non tutto quello che si trova in era digitale su Internet deve essere gratuito, o quasi, perché spesso dietro ci sono cospicui investimenti (i vari viaggi e le relative ricerche ''sul campo'' che non sono certo effettuati gratuitamente), oltre che il tempo, la fatica e, consentiteci, la professionalità, che è giusto siano riconosciuti e che permettono ai lettori di effettuare un viaggio più sereno e ricco di informazioni aggiornate su misura per gli itinerari in camper. E poi, noi che a casa abbiamo migliaia di libri, pensiamo che sfogliare un volume su carta abbia sempre un altro fascino, senza considerare che se in camper siamo a secco di scorte energetiche per ricaricare le batterie dei nostri tablet le guide su carta sono sempre leggibili...
Domanda: Avete un bel sito internet. Lo curate voi stessi?
Maurizio: No, è un nostro fraterno amico a farlo, avendone una specifica competenza professionale: Giangiacomo Sideli. Lui è un po' la ''terza gamba'' delle nostre guide, dato che senza il portale web delle Vie del Camper in un certo senso non esisterebbero nemmeno le guide cartacee, che non potrebbero essere promosse e prenotate dai nostri lettori attraverso questo canale. Ovviamente è doveroso ricordare qui anche la ''quarta gamba'' che ci supporta, il nostro editore, e più precisamente Max Napoli, a capo del team editoriale. Ma, tornando al sito web, preferisco che a parlarne sia lo stesso Giangiacomo.
Giangiacomo: Nel 2012, in contemporanea con la pubblicazione delle prime guide della collana, nasceva questo sito. Lo scopo era quello di far conoscere il più rapidamente possibile il prodotto di una linea editoriale esclusiva e destinata ad un particolare tipo di viaggiatori. La prima stesura del sito fu un tentativo assai spartano ma altrettanto efficace: pensata e rapidamente realizzata per illustrare le guide, raggiunse perfettamente tale scopo, anche se dotata di un aspetto visuale forse non proprio accattivante. Alla nostra pagina Come eravamo è possibile visitarne l'ultima versione esistente prima del restilyng del 2015. Fu in quell'anno che si optò con gli autori di valorizzare ancora di più l'offerta in rete, in realtà l'unica possibile per ottenere le guide, rendendo il sito più leggibile e maggiormente in linea con le tendenze del web. E, grazie all'uso dell'open-source Bootstrap e molto ''olio di gomito'', da quel momento il sito migrò verso la versione attuale, offrendo una migliore organizzazione dei contenuti e, in assoluto, un look and feel decisamente più gradevole, pur continuando a mantenere alcune interessanti e peculiari caratterizzazioni grafiche originarie.
Domanda: Ma il sito è sicuro? Dato che per prenotare le guide è necessario inserire dati sensibili…
Mimma: Anche in questo caso è giusto che a rispondere sia Giangiacomo.
Giangiacomo: Il sito non contempla al momento l'opportunità di effettuare direttamente acquisti in e-commerce e inoltre, per la prenotazione delle guide della collana, non è richiesto alcun tipo di informazione personale sensibile, quali sono ad esempio quelle riguardanti etnia, religione, appartenenza politica o affini. Tuttavia però, per garantire il massimo consentito della riservatezza sia durante la navigazione che nell'eventuale scambio diretto di informazioni tramite le proprie pagine, il sito si avvale del protocollo SSL per la crittografia dei dati nelle comunicazioni. La presenza della certificazione SSL coinvolge anche un soggetto terzo, detto appunto ''Autorità Certificatrice'' (Actalis, nel caso del sito), che garantisce all'utente (cioè chi si trova dal lato esterno dello schermo) che www.leviedelcamper.it sia veramente chi dice di essere, rendendo assai improbabile inoltre che i dati scambiati durante la navigazione, in quanto criptati, possano essere spiati da altri. Si può quindi visitare il sito con grandissima tranquillità, accertandosi però che lo si stia facendo con una connessione sicura. È sufficiente verificare che nella barra degli indirizzi del browser sia sempre presente un lucchetto verde o una segnalazione analoga, oppure che l'indirizzo del sito cominci con https://www.leviedelcamper.it/ e non con http://www.leviedelcamper.it/.

L'esistenza sul web dei siti riportati in questa pagina, esterni a quello de "Le Vie del Camper", viene periodicamente verificata.
Ciò nonostante, per cause non dipendenti dalla nostra volontà, alcuni potrebbero non essere più consultabili.

©2012-2017 Mimma Ferrante & Maurizio Karra - Le Vie del Camper - Edizioni Fotograf Palermo
È vietata la riproduzione anche parziale dei testi e delle opere citate senza l'autorizzazione scritta degli autori e dell'editore
ggs2012  |  info cookie policy e disclaimer