Obiettivo Germania Seconda edizione 2017

Camperando tra la Baviera, il Baden-Württemberg, la Renania, la costa baltica, l'Assia, la Turingia, la Sassonia, Berlino e il Brandeburgo



Questa guida vi accompagnerà nel vostro viaggio di scoperta della Germania, o meglio delle ...tante Germanie racchiuse all'interno della Repubblica Federale Tedesca, e certamente non solo per la divisione dello stato in Land federali; al di là del processo politico che ha portato all'unificazione tedesca dopo la caduta del muro di Berlino, nel 1989, anche in seno a quello che originariamente era l'insieme dei Land ''occidentali'' molte diversità già contraddistinguevano il nord e il sud, per esempio l'austera Sassonia rispetto alla ''calda'' e cattolicissima Baviera, metropoli come Amburgo e Monaco, piccoli centri come Eutin da altri come Rothenburg. E questo per le diversità storiche che hanno profondamente inciso sul territorio, dovute a diverse radici culturali e religiose, così come a un diverso sviluppo economico e industriale. A maggior ragione l'unificazione tedesca ha aumentato e diversificato questo stato di cose, opponendo prima una Germania occidentale ricca e gaudente a una orientale povera e triste (pur in una visione semplificata e banalizzante), per poi giungere comunque a una situazione come quella attuale, a un quarto di secolo dall'unificazione, nella quale ogni Land è riuscito a conquistare una sua fisionomia difendendola a spada tratta proprio per evitare l'eccessiva omogeneizzazione delle politiche accentratrici come quelle dei cancellieri Köhl, prima, e Merkel, dopo.

Nessuno pensi, pertanto, che un solo viaggio possa mostrare il volto della Germania: ce ne vorranno davvero tanti per poter iniziare a dire di conoscere il territorio e il popolo tedeschi, al pari di ciò che può dirsi dell'Italia o della Francia; anche perché sono molti i territori in cui coesistono diversità profonde tra città e campagna, fra metropoli industriali e sereno clima bucolico dei piccoli centri, spesso uniti da percorsi tematici di eccezionale interesse (la Deutsche Alpenstrasse, la Romantische Strasse, la Strada delle Fiabe, ecc.). E questa è la ragione più profonda per cui è sempre molto stimolante effettuare un tour in terra tedesca, a nord come a sud, a est come a ovest: c'è sempre qualcosa da scoprire!

Davvero difficile pensare di esplorare tutto quello che offre la Germania; nei dieci grandi itinerari della guida, che si sviluppano per oltre 5.000 chilometri, sono descritte oltre centocinquanta località, di cui oltre cinquanta nuove rispetto all'edizione precedente, esplorate appositamente per voi anche tra i Land della ex DDR, in buona parte ancora al di fuori dei flussi turistici.

I dieci itinerari

I dieci itinerari di cui si compone questa guida, giunta alla seconda edizione, comprendono tutti i Land della Germania; si parte dalla Germania meridionale con il Lago di Costanza e la Foresta Nera nel Baden-Württemberg per passare all'Alpenstrasse, fra lo stesso Baden-Württemberg e la Baviera, e a Monaco; quindi si percorre la Romantische Strasse e si continua lungo la Germania centro-occidentale, tra Renania Palatinato e Renania Westfalia, lungo la Valle del Reno, per poi muoversi lungo un tragitto che tocca le antiche città imperiali germaniche, da Aquisgrana a Ulma; ci si sposta poi nella Germania occidentale sulla Strada delle Fiabe da Brema a Francoforte e si prosegue con un itinerario tra la Franconia, l'Assia e la Turingia, per poi passare alla Germania settentrionale fra Schleswig-Holstein, Lubecca e la costa Baltica; si chiude infine con i Land della ex DDR con la Sassonia-Anhalt, il Brandeburgo, Berlino e le città d'arte della Sassonia come Lipsia, Meissen e Dresda, scoprendo un insieme di gemme architettoniche piccole e grandi tutte da esplorare. Ma ecco in sintesi le caratteristiche di ciascuno degli itinerari proposti nella guida, che sono tutti corredati da mappe che ne illustrano il percorso e dai punti sosta con le coordinate GPS (aree attrezzate, parcheggi e campeggi).

Il tragitto si snoda per circa 400 chilometri, attraverso qualche tratto autostradale, ma soprattutto attraverso strade statali che, dopo aver costeggiato la sponda tedesca del Lago di Costanza, si inerpicano lungo i boschi della Foresta Nera, lambendo numerose cittadine e assicurando scenari incantevoli, in mezzo ai quali si snoda anche un percorso tematico, quello della pittoresca Strada degli Orologi a Cucù. Le località descritte sono: Lindau, Friederichshafen, Überlingen, Costanza, Donaueschingen, Villingen-Schwenningen, Triberg in Schwarzwald, Gutach, Wolfach, Schiltach, Alpirsbach, Freudenstadt, Calw e Hirsau.
Questo secondo itinerario, tutto bavarese, si sviluppa su un percorso pressochè opposto al precedente, partendo sempre da Lindau, sul Lago di Costanza, ma puntando a est per seguire in tutta la prima parte la Deutsche Alpenstrasse, la strada che si incunea fra magici scenari naturalistici in cui ai verdissimi boschi e ai suggestivi laghi alpini bavaresi fanno da contrappunto piccoli borghi dalle facciate affrescate; e proseguendo poi per le tre più importanti città storiche della Baviera del sud: la capitale del Land, Monaco, quindi Ingolstadt e Ratisbona. Nei 570 chilometri dell'itine-rario si toccano: Linderberg im Allgau, Oberstaufen e Immenstadt im Allgau; quindi, dopo aver lambito Füssen e i Castelli reali bavaresi (descritti nell'itinerario successivo), si prosegue alla volta del Castello di Linderhof; quindi si toccano Oberammergau, Ettal, Garmisch-Partenkirchen, Mittenwald, l'Abbazia di Benediktbeuren, Bad Tölz e Tegernsee; infine si raggiungono, per via autostradale le tre grandi città della Baviera meridionale: Monaco, Ingolstadt e Ratisbona.
Il percorso più diretto per raggiungere dall'Italia la Baviera passa dal confine del Brennero; Füssen, a pochi chilometri dal confine con l'Austria, è la prima tappa dell'itinerario tematico della Romantische Strasse, tra castelli, facciate affrescate, borghi murati e scenari naturalistici densi di romanticismo. Il percorso si sviluppa per poco meno di 450 chilometri lungo placide statali che consentono di ammirare il panorama circostante e le pittoresche cittadine. Le località descritte sono le seguenti: Füssen, Schwangau, il Santuario di Weis a Steingaden, i Castelli di Honenschwangau e Neuschchwanstein, Schongau, Landsberg am Lech, Augusta, Donauwörth, Harburg, Nördlingen, Dinkelsbühl, Feuchtwangen, Schillingfürst, Rothenburg ob der Tauber, Creglingen, Röttingen, Weikersheim, Bad Mergentheim e infine Würzburg.
In questo lungo itinerario (760 chilometri circa) seguiamo il corso del fiume Reno da sud a nord, toccando i tre Land più occidentali della Germania; il Reno ha forgiato con la sua presenza questo territorio, ora allargandosi in ampie vallate coltivate a vigneti, ora restringendosi fino a formare delle autentiche gole, ma ha permesso sempre la circolazione di merci e persone, portando ricchezza e fertilità nel suo lento fluire. Lungo il suo sinuoso percorso sono nate animate cittadine scandite dalle case a graticcio, poderose fortezze e grandi città. Noi, lungo il percorso tocchiamo: Breisach, Friburgo, Gengenbach, Baden Baden, Ettlingen, Spira, Heidelberg, Worms, Magonza, Francoforte sul Meno, Wiesbaden, Bingen, Bacharach, il Castello di Pfalzagrafenstein e la Rocca di Lorelei, St-Goar, Boppard, Coblenza, Andernach, l'Abbazia di Maria Laach, Bonn, Colonia, Düsseldorf e Xanten.
Pur insistendo sugli stessi Land dell'itinerario precedente, questo quinto percorso si dipana da nord-ovest a sud-est, ponendosi in un certo qual senso l'obiettivo di annodare i fili che legano fra loro alcune storiche città della Germania occidentale, molte delle quali in auge già nel periodo del Sacro Romano Impero; ma durante il percorso si visitano anche caratteristici borghi inserendosi in alcuni interessanti percorsi tematici come quello della Deutsche Weinstrasse, la strada tedesca del vino, e quello della Deutsche Fachwerkstrasse, la strada tedesca delle case a graticcio. Si parte dall'antica capitale carolingia, Aquisgrana, e in 700 chilometri si toccano Bad Münstereifel, l'Abbazia di Prüm, Treviri, Kaiserslautern, Kirchheim, Herxeim, Kallstadt, Bad Dürkheim, Deidesheim, Neustadt an der Weinstrasse, Karlsruhe, Stoccarda, Esslingen am Neckar, Tubinga, Bad Urach, Blaubeuren, Ulma e Bad Waldsee con il Museo Hymer.
Il tragitto si incunea nella parte nord-occidentale della Germania, seguendo la Strada delle Fiabe, un itinerario particolarmente adatto ai bambini che si snoda per circa 600 chilometri tra la Bassa Sassonia e l'Assia, da Brema ad Hanau, costeggiando la A.7 ma distaccandosene frequentemente per raggiungere con le statali e le provinciali i luoghi teatro delle favole dei fratelli Grimm. Le località del percorso sono oltre settanta; quelle toccate da noi sono Brema, Hameln, Bodenwerder, Polle, Göttingen, Hannoversch Münden, Kassel, Schwalmstadt, Treysa, Ziegenhaim, Alsfeld, Steinau an der Strasse e Hanau.
Questo settimo itinerario si snoda per circa 550 chilometri nella Germania del nord, da Amburgo alle coste del Mare Baltico, fra scenari naturalistici di incomparabile bellezza e città portuali in cui è ancora vivo il glorioso passato e la florida ricchezza conquistata grazie ai commerci dei mercanti dell'Hansa. Le località descritte sono: Amburgo, Neumünster, Rendsburg, Schleswig, Kiel, Eutin, Lubecca, Heiligehagen, Wismar, Bad Doberan, Rostock, Stralsund, l'Isola di Rügen e Greifswald.
Non poteva non intitolarsi ''Fra le due Germanie'' questo itinerario che, dopo aver descritto le maggiori città della Franconia (la regione nord-orientale della Baviera), si incunea al di là di quelli che furono i confini tracciati dopo la fine della seconda guerra mondiale dalle potenze alleate fra la Repubblica Federale Tedesca e la ex Repubblica Democratica Tedesca, la DDR, divise nel periodo della ''guerra fredda'' dalla cortina di ferro e dal più noto muro di Berlino. Si parte da Weissenburg in Bayern e, con un percorso di circa 500 chilometri, si toccano Norimberga, Bayreuth, Bamberga, Co-burgo, Bad Königshofen im Grabfeld, Münnerstadt, Bad Neustadt an der Saale; quindi, lasciata la Franconia, si entra in Assia con Fulda, Bad Hersfeld e Rotenburg an der Fulda; infine si passa nel Land della Turingia con Eisenach, Gotha, Arnstadt, Erfurt, Weimar, Buchenwald, Jena e Naumburg.
Anche questo itinerario si svolge al di qua e al di là dei confini, ormai invisibili, fra le due Germanie del passato, partendo da Goslar, in Bassa Sassonia, e proseguendo per Hildesheim, Hannover, Wolfsburg, Celle e Braunschweig; si passa quindi nel Land della Sassonia-Anhalt con il suo capoluogo, Magdeburgo, e quindi si entra nel Brandeburgo per toccare Brandeburgo, il Monastero di Lehnin e Potsdam; giungendo infine, dopo aver percorso complessivamente 430 chilometri, a Berlino, storica capitale tedesca ritornata a rivestire tale ruolo dopo l'unificazione, una città in progress che ha cancellato ormai quasi ogni segno del passato ''muro'' e che tende sempre più a vestire i panni di capitale politica dell'Unione Europea.
L'ultimo itinerario, che è un po' il seguito di quello precedente, è circoscritto ai Land della Sassonia-Anhalt e della Sassonia, entrambi facenti parte della vecchia DDR. Partendo da Berlino si toccano in circa 650 chilometri alcune delle più belle città d'arte di quest'area, come Wittenberg, Dessau, Wörlitz, Lipsia, Grimma, Meissen, Dresda (definita la Firenze sull'Elba), i Castelli di Pillnitz e di Moritzburg, infine Bautzen e Görlitz.
Obiettivo Germania
Seconda edizione 2017
Edizioni Fotograf Palermo (2012)
ISBN 978-88-97988-05-2
424 pagine, 856 foto
€ 33.00 + spese postali

   Sfoglia la guida
Premessa
Introduzione
Un po' di storia
Perchè il viaggio in Germania
Clima
Fuso orario
Documenti
La rete stradale
Parcheggi e campeggi
Lingua
Costo della vita, shopping e orari di apertura di negozi e musei
Cucina
Ufficio del turismo
La Germania
dalla A alla Z
A: Archeologia
B: Brecht
C: Crauti
D: Düsseldorf (Caravan Salon)
E: Espressionismo
F: Folclore
G: Germania
H: Hitler
I: Industria ed economia
K: Kohl
L: Leggende
M: Muro
N: Natale(mercatini di)
O: Oder-Neisse
P: Porcellana
Q: Quando andare
R: Romanticismo
S: Stube
T: Teutonico (Ordine)
U: Unter den Linden
V: Volkswagen
W: Weimar
Z: Zyklon B
Indice dei luoghi
Il decalogo del camperista responsabile
Gli autori
Gli itinerari
Il mare di Svevia e la selva oscura
  • Il Lago di Costanza
  • Alla ricerca del tempo perduto, lungo la Strada degli Orologi a Cucù
  • Nella foresta incantata
L'allegria qui è di casa
  • La Deutsche Alpenstrasse
  • Da Monaco a Ratisbona
Il romanticismo è di scena
  • Da Füssen ad Augusta
  • Da Donauwörth a Würzburg
Inseguendo il Reno
  • Da Breisach a Baden Baden
  • Da Ettlingen a Francoforte
  • Da Wiesbaden a Coblenza
  • Da Andernach a Colonia
  • Da Düsseldorf al confine olandese
Tra vigneti e case a graticcio
  • Da Aquisgrana a Treviri sulle orme di Carlo Magno
  • La Deutsche Weinstrasse
  • Karlsruhe, Stoccarda e la Deutsche Fachwerkstrasse
C'era una volta...
  • Brema e i quattro musicanti
  • Il pifferaio magico di Hameln e il barone di Münchhausen di Bodenwerder
  • A Polle, inseguendo Cenerentola, e a Göttingen con la guardiana delle oche
  • Hannoversch Münden e Barba di Ferro e il Castello magico di Kassel
  • Schwalmstadt e Cappuccetto Rosso
  • Tra le case a graticcio di Alsfeld e i luoghi dell'infanzia dei Grimm a Steinau
  • Hanau, dove i Grimm videro la luce
Le città anseatiche
  • Amburgo, il grande porto del nord Europa
  • Lo Schleswig-Holstein e Lubecca
  • Sul Baltico al di là del confine con la ex DDR
Fra le due Germanie
  • La Franconia
  • L'Assia orientale
  • La Turingia
Il respiro della storia
  • La Bassa Sassonia
  • Il nord della Sassonia-Anhalt e il Brandeburgo
  • Berlino, la capitale riunita
Nel cuore della vecchia DDR
  • Il sud della Sassonia-Anhalt
  • Lipsia e l'area occidentale della Sassonia
  • Dresda e l'area orientale della Sassonia

Il mare di Svevia e la selva oscura - Baden-Württemberg

L'allegria qui è di casa - Baviera orientale

Il romanticismo è di scena - Baviera occidentale

Inseguendo il Reno - Baden-Württemberg, Renania Palatinato e Renania Westfalia

Tra vigneti e case a graticcio - Renania-Westfalia, Renania-Palatinato e Baden-Württemberg

C'era una volta... - Bassa Sassonia e Assia

Le città anseatiche - Amburgo, Schleswig-Holstein e Mecleburgo

Fra le due Germanie - Baviera nord-orientale, Assia e Turingia

Il respiro della storia - Bassa Sassonia, Brandeburgo, Berlino

Nel cuore della vecchia DDR - Sassonia-Anhalt e Sassonia
©2012-2017 Mimma Ferrante & Maurizio Karra - Le Vie del Camper - Edizioni Fotograf Palermo
È vietata la riproduzione anche parziale dei testi e delle opere citate senza l'autorizzazione scritta degli autori e dell'editore
ggs2012  |  info cookie policy e disclaimer
Forse potrebbe interessarti anche:
Obiettivo Alpi
Dieci itinerari per esplorare le bellezze naturalistiche e architettoniche della Svizzera, del Principato del Liechtenstein e dell'Austria, tra suggestive vallate alpine e affascinanti città.