L'enigma di Amorgòs
La trilogia delle avventure di Remo Pancaldi

Nell'arco di una giornata c'è sempre (o ci dovrebbe essere) un momento in cui possiamo dedicare qualche minuto a noi stessi, per rilassarci, divertirci e ricaricare le batterie. I romanzi che compongono la trilogia delle avventure di Remo Pancaldi rispondono a questa esigenza; si tratta di tre romanzi gialli di scorrevole lettura, che hanno per protagonista uno squattrinato investigatore alle prime armi, ritratto con ironia dalla sua creatrice, il quale suo malgrado diventa il protagonista di storie intricate che, indagine dopo indagine, lo condurranno verso il mondo del plein air, a bordo del "suo" camper.

Ad Amorgòs, sperduta isoletta delle Cicladi, ritroviamo Remo Pancaldi, l'antieroico investigatore romano già protagonista del romanzo "Professione cadavere".

Ad Amorgòs Pancaldi è giunto per seguire, come addetto alla sicurezza, l'inaugurazione e i primi giorni di vita di un nuovo complesso turistico, particolarmente rivolto al turismo italiano. E qui lo raggiungerà la sua donna, la bionda agente di polizia Sabrina.

Tutto sembra scorrere con la placida serenità balneare del mare Egeo quando la tranquillità dei primi ospiti del complesso turistico viene spezzata dall'improvvisa morte di un arzillo colonnello in pensione: disgrazia? Suicidio? Omicidio?

Un enigma, uno strano enigma, al quale seguono poi altri inquietanti episodi che assai poco si conciliano con i placidi volti dei disarmanti turisti dell'isola. Pancaldi, testardo come un vecchio segugio, non si farà ingannare dalle apparenze e, con l'aiuto della sua bella e dell'unico poliziotto greco presente sull'isola, oltre che di un detective molto particolare, riuscirà anche questa volta a risolvere il caso ricostruendo nel contempo una catena di eventi che si perdono in un passato triste e particolarmente drammatico della storia d'Italia del '900.

Un avvincente secondo "capitolo" della trilogia di romanzi nei quali Remo Pancaldi finirà col diventare un camperista sfegatato.

da "L'enigma di Amorgòs"

Era più che ovvio che, con il vento aumentato a dismisura, la piccola isoletta restasse isolata dal resto della Grecia, senza che nessun traghetto e nessun elicottero potessero attraccarvi o atterrarci; era il rovescio della medaglia di trovarsi in una piccola isola.

Lo aveva sentito spesso anche in Italia, alla televisione o alla radio, o lo aveva letto sui giornali, a proposito delle Eolie o di Pantelleria, ma non aveva mai riflettuto su cosa potesse comportare in effetti restare isolati dal resto del mondo.

Era la prima volta che gli accadeva, e il suo stato d'animo mostrava che non aveva alcuna idea di accettare la cosa supinamente. Una via d'uscita doveva pur esserci! Ma quale? Era un bel guaio: come se la sarebbe cavata con quell'ennesima complicazione in più?

Remo si sentiva quasi fisicamente addosso il peso del cadavere, adesso. Dove avrebbero potuto sistemarlo, in attesa che il vento si calmasse? E come sarebbero andate avanti le sue indagini, con la sgradevole certezza di vivere a stretto contatto con un ignoto assassino, prigioniero suo malgrado, proprio come lui, del melteni e della piccola isoletta?

Clicca qui per
richiedere il romanzo
(la pubblicazione non è disponibile in libreria)
L'enigma di Amorgòs
Edizioni Fotograf Palermo (2015)
ISBN 978-88-979-88-29-8
214 pagine, € 14.00 + spese postali

   Leggi il primo capitolo del romanzo
©2012-2017 Mimma Ferrante & Maurizio Karra - Le Vie del Camper - Edizioni Fotograf Palermo
È vietata la riproduzione anche parziale dei testi e delle opere citate senza l'autorizzazione scritta degli autori e dell'editore
ggs2012  |  info cookie policy e disclaimer