Obiettivo Scandinavia Ristampa aggiornata al 2015

Camperando tra Danimarca, Svezia, Norvegia e Finlandia



Questa guida vi accompagnerà nel vostro viaggio nei Paesi Scandinavi, situati all'estremo limite settentrionale del continente europeo, alla scoperta di Danimarca, Norvegia, Svezia e Finlandia. Si tratta di nazioni dominate da vasti spazi naturalistici ancora incontaminati che nel caso delle ultime tre, al di sopra del Circolo Polare Artico, consentono di ritrovarsi nel regno del sole di mezzanotte quando il sole, da metà maggio a fine luglio, non tramonta mai all'orizzonte. Questi maestosi scenari sono la meta ideale da esplorare in camper, grazie alla possibilità di girovagare in totale libertà immersi in una natura grandiosa, dove non è raro incontrare mandrie di renne ed alci, e godere di panorami straordinari lontani anni-luce dal traffico, dallo smog e dal rumore delle nostre città e alla facilità di parcheggi, dovuta alla sicurezza sociale; infatti il camper consente di incunearsi senza alcun problema anche laddove la presenza umana comincia a diradarsi, a cause delle latitudini artiche, e con essa i supporti logistici come hotel e ristoranti, godendo totalmente della natura circostante, talmente bella che sembra spesso di ritrovarsi all'interno di un documentario.

In ogni caso giungere a Capo Nord dalla Lombardia o dalla Sicilia può essere un viaggio di scoperta di ciò che c'è fra "noi" e "loro", il percorso può circoscriversi alla sola Norvegia o anche alla Svezia e alla Danimarca, allargarlo alla Finlandia e così via; e si può scegliere di effettuare il tragitto nell'ottica di andare a piantare prima possibile una simbolica bandierina accanto al globo simbolo del finis terrae d'Europa, a Nord Kapp, oppure si può scegliere di effettuare un tour variegato alla scoperta di fiordi e ghiacciai, di chiese in legno e città, in totale autonomia.

I dodici itinerari

Gli itinerari descritti in questa guida sono una dozzina e descrivono un percorso in senso orario che va dalla Danimarca alla Svezia, alla Norvegia fino alla Finlandia e ancora alla Svezia, seguendo un tracciato stradale che non segue a priori la logica dei confini politici dei singoli stati, a beneficio di una migliore comprensione del territorio. Gli itinerari sono preceduti da un'introduzione con informazioni logistiche su misura e da altre notizie utili contenute nella sezione intitolata La Scandinavia dalla A alla Z.

Ecco in sintesi le caratteristiche degli itinerari, tutti corredati da mappe che ne illustrano il percorso e dai punti sosta con le coordinate GPS.

L'itinerario si sviluppa per circa 700 chilometri da sud a nord lungo la penisola danese dello Jylland, alla scoperta di località e cittadine più o meno grandi come Tønder, Ribe, Kolding, Legoland, Ringkøbing, Åhrus, il castello di Rosenholm e Aalborg.
Il tragitto si snoda per circa 250 chilometri da ovest verso est, attraverso l'isola di Fyn e l'isola di Siælland, raggiungibili con un paio di ponti sospesi, autentiche meraviglie di ingegneria. Tocca nell'isola di Fyn le città di Odense e di Nyborg, e nell'isola di Siælland la città di Roskilde, la capitale Copenaghen, e i castelli di Fredensborg, Frederiksborg ed Helsingor.
Questa parte riguarda la zona sud-occidentale della Svezia (raggiungibile dal ponte che collega Copenaghen a Malmö o attraverso lo Stretto di Öresund su un traghetto che da Helsingor, in Danimarca, raggiunge la dirimpettaia Helsingborg, in Svezia) e si snoda da sud verso nord, attorno all'arteria E.6, che sale lungo la costa occidentale svedese, da Helsingborg fino a Strömstad, quasi al confine con la Norvegia, coprendo una distanza di circa 400 chilometri; le località visitate sono: Helsingborg, Halmstad, Varberg, Göteborg, Tanumshede, Grebbestad e Strömstad.
Il tragitto si allunga in territorio norvegese per circa 550 chilometri, da Oslo verso ovest, lungo la E.134 che proietta nella regione del Telemark, e poi verso nord lungo la N.13 fino all'Hardengesfjord, ritenuto il frutteto della nazione, tra panorami naturalistici di grandiosa bellezza. Le località descritte sono: Oslo, Kongsberg, Heddal, Eidsborg, Dalen, strada di Haukeli, Røldal, cascate di Latofossen, Odda.
Questo itinerario si snoda da Bergen ad ålesund attraverso numerosi fiordi che in parte si possono costeggiare e in parte si devono invece attraversare a bordo di traghetti che effettuano la traversata numerose volte al giorno, con gli orari ben indicati sul molo di arrivo. In particolare l'itinerario in oggetto ha richiesto oltre 500 chilometri su strada e quattro tratte in traghetto, a cui bisogna aggiungerne almeno un'altra per arrivare a Bergen, punto di partenza del tragitto. Le località descritte sono: Bergen, Sognefjord, Førde, Skei, Sandane, Orsta, Ålesund.
L'itinerario collega la Norvegia centrale e quella settentrionale sviluppandosi per circa 1.200 chilometri, percorsi nella quasi totalità lungo la E.6, arteria che attraversa la nazione da sud a nord, con l'imbarco su un traghetto tra Bognes a Skardberget, appena a sud di Narvik. Lungo la strada si alternano panorami grandiosi, tra fiordi, ghiacciai, fiumi, boschi e laghi che non fanno rimpiangere i numerosi chilometri percorsi per giungervi. Le località toccate sono: Trondheim, Bolaristningen, Mosjøen, Mo-i-Rana, Circolo Polare Artico, Narvik, Olderdalen, Storlett, Sandkubt.
L'itinerario descrive l'arcipelago delle isole Lofoten, situato a nord del Circolo Polare Artico al largo della costa norvegese tra Bodø e Trømso, che è raggiungibile con varie possibilità di collegamenti marittimi (come quello fra Bodø e il piccolo porto di Sørvagen, a 2 km. da å, con una traversata di 4 ore) o via terra attraverso il ponte sospeso a nord di Narvik collegato alle isole Vesteralen, che a loro volta sono unite alle Lofoten da un insieme di tunnel e ponti. L'itinerario descritto, da å a Svolvær, copre circa 170 chilometri, attraversando da sud a nord l'arcipelago delle isole Lofoten lungo la dorsale delle isole, la E.10, strada a due corsie nella parte più a nord e spesso ad una sola nel tratto più a sud ma provvista di qualche piazzola in cui il veicolo che giunge in senso opposto può aspettare il suo turno per passare. Le località descritte sono: Å, Sorvagen, Sariksøy, Reine, Nusfjord, Borg, Henningsvaer, Kabelvåg, Svolvær.
L'itinerario tocca la regione del Finmark e si sviluppa per circa 750 chilometri, dapprima dalla cittadina di Tarvik verso Capo Nord, lungo la E.6 e poi a Russenes lungo la E.69; da qui, con un ponte dal costoso pedaggio (circa 70 euro a tratta), ci si inoltra nell'isola di Magerøya che culmina con il promontorio di Capo Nord; in seguito si torna a ritroso fino all'innesto con la E.6, di nuovo a Russenes, da cui si prosegue per Karasiok, nel cuore della Lapponia. Le località toccate sono: Tarvik, Alta, Nordkapp, Karasiok.
Questo percorso si snoda lungo le strade della Lapponia finlandese, da nord verso sud, per circa 550 chilometri, tra Inari e Tornio, utilizzando quasi sempre la E.4, che si lascia soltanto per la deviazione a Ranua, raggiungibile con la N.78. Le località toccate sono: Inari, Tankvaara, Sodankylä, Napapiri, Rovaniemi, Ranua, Keminmaa, Tornio.
L'itinerario è uno dei più lunghi, sviluppandosi per circa 1.400 chilometri tra la regione centrale della Finlandia, disseminata di laghi, la regione della Carelia ad est, la zona attorno alla capitale Helsinki e infine risalendo la sponda orientale del golfo di Botnia. Le località descritte sono: Oulu, Kempele, Kuopio, Monastero di Valamo, Savonlinna, Puumala, Heinävesi e Raakkylä, Putikko, Lappeenranta, Porvoo, Helsinki, Turku, Tampere, Laitilia, Uusikaupunki, Pyhämaa, Rauma, Vaasa.
Il tragitto si snoda per circa 900 chilometri da nord verso sud attraverso la E.4, dorsale svedese che costeggia il Golfo di Botnia, lungo la costa nord-orientale della nazione. Le località descritte sono: Gammelstad, Skellefte, Lovanger, Umea, Ornoldsvik, Harnosand, Sunvall, Sonderhamn, Uppsala, Skokloster.
L'itinerario si allunga dapprima in direzione sud-ovest, per poco più di 400 chilometri, da Stoccolma verso la zona dei laghi centrali della Svezia, attraverso la E.20 e la E.4, e quindi per ulteriori 650 chilometri verso sud-est, tornando sulla costa sud-orientale che si tiene fino a Malmö, da dove si imbocca il ponte per la Danimarca, chiudendo idealmente il cerchio delle esplorazioni scandinave. Le località descritte sono: Stoccolma, Mariefred, Arboga, örebro, Vadstena, Gränna, Vastervik, Kalmar, Kivik, Simrishamm, Kaseberga, Ystad, Lund, Malmö.
Obiettivo Scandinavia
Ristampa aggiornata al 2015
Edizioni Fotograf Palermo (2012)
ISBN 978-88-97988-00-7
168 pagine, 196 foto
€ 25.00 + spese postali

   Sfoglia la guida
Premessa
Introduzione
Un po' di storia
Perché il viaggio in Scandinavia
Meteorologia e fusi orari
La rete stradale
Monete, cambi e costo della vita
Lingua
Shopping e orari di apertura di negozi, monumenti e musei
Cucina
Uffici del Turismo
La Scandinavia dall'A alla Z
A = Alimentazione e cibo
B = Babbo Natale
C = Copenaghen
D = Documenti
E = Economia
F = Fiordi
G = Ghiacciai
H = Hurtigruten
I = Isole Lofoten
J = Jotunheimen
K = Kirke
L = Lapponia e lapponi
M = Monumenti e musei
N = Nord Kapp
O = Oslo
P = Pernottamenti e campeggi
Q = Quando andare
R = Renne ed alci
S = Stoccolma
T = Traghetti
U = Uccelli
V = Vichinghi
Z = Zanzare
Indice dei luoghi
Il decalogo del camperista responsabile
Gli autori
Gli itinerari
Sulla rotta dei vichinghi
  • Lo Jylland meridionale
  • Lo Jylland settentrionale
Nel regno delle favole
  • Odense, a casa di Andersen
  • Nyborg e l'antica fortezza
  • Roskilde, il porto dei vichinghi
  • I vichinghi, gli uomini del mare
  • Copenaghen, il porto dei commercianti
  • Romantici castelli
Tra natura e storia
  • Cittadine di charme
  • Göteborg e la Compagnia delle Indie
  • Le incisioni rupestri dell'età del bronzo
  • Borghi marinari sospesi tra cielo e mare
Nel paese dei sogni
  • Oslo, capitale della cultura
  • Il Telemark, la Norvegia in miniatura
La costa dei fiordi
  • L'anseatica Bergen
  • Lungo il Sognefjord, tra ghiacciai e cascate
  • Å, trionfo dell'Art Nouveau
Lungo la rotta artica
  • Trondhein, il santuario dei vichinghi
  • La magia delle antiche incisioni rupestri
  • Mosjoen e Mo-i-Rana, le città artiche
  • Il Circolo Polare Artico e la tundra
  • Verso nord, tra renne e ghiacciai
Benvenuti in paradiso
  • L'isola di Moskenes, tra merluzzi e gabbiani
  • L'isola di Flakstadøy e il borgo-museo
  • L'isola di Vestvagøy, a casa dei vichinghi
  • L'isola di Austvagøy, nel regno della pesca
In cima al mondo
  • Le suggestive incisioni rupestri di Alta
  • Il surreale promontorio di Capo Nord
  • Karasiok, la capitale della Lapponia
Nel regno di Babbo Natale
  • Inari e la cultura sami
  • Tankavaara e la febbre dell'oro
  • Sodankylä e il santuario sami
  • Napapiri, a casa di Babbo Natale
  • Rovaniemi, la capitale artica
  • Ranua, alla ricerca degli orsi bianchi
La terra dei mille laghi
  • La regione dei laghi centrali
  • La mistica Carelia
  • Verso Helsinki
  • La costa orientale del Golfo di Botnia
Costeggiando il golfo
  • Gammelstad e Lovanger, i villaggi-chiesa
  • Harnosand, tra terra e acqua
  • Uppsala, l'antica capitale
  • Skokloster, il castello del chiostro
A misura d'uomo
  • Stoccolma, 14 isole per una capitale
  • Tra placidi laghi e suggestivi castelli
  • Borghi marinari e testimonianze dal passato

Sulla rotta dei vichinghi - Danimarca

Nel regno delle favole - Danimarca

Tra natura e storia - Svezia

Nel paese dei sogni - Norvegia

La costa dei fiordi - Norvegia

Lungo la rotta artica - Norvegia

Benvenuti in paradiso - Norvegia

In cima al mondo - Norvegia

Nel regno di Babbo Natale - Finlandia

La terra dei mille laghi - Finlandia

Costeggiando il golfo - Svezia

A misura d'uomo - Svezia
©2012-2017 Mimma Ferrante & Maurizio Karra - Le Vie del Camper - Edizioni Fotograf Palermo
È vietata la riproduzione anche parziale dei testi e delle opere citate senza l'autorizzazione scritta degli autori e dell'editore
ggs2012  |  info cookie policy e disclaimer
Forse potrebbe interessarti anche:
Obiettivo Polonia e Rep. Baltiche
Sette itinerari alla scoperta delle molteplici realtà di Polonia, Lituania, Lettonia ed Estonia, tra natura e monumenti a cavallo tra l'est e l'ovest europeo.