Obiettivo Lombardia

Camperando fra Milano, Brescia, Bergamo, il Lodigiano, il Varesotto, la regione dei laghi, la Franciacorta, la Lomellina e la Valtellina



Questa guida vi accompagnerà nel vostro viaggio di scoperta della Lombardia, dalle grandi città come Milano, Bergamo e Brescia ai piccoli borghi medievali e rinascimentali delle varie province, dalle vallate e dai laghi alpini all'Oltrepò alla Lomellina, dai Castelli sparsi nella Bergamasca alle grandi Cattedrali e alle Pievi d'età medievale della Val Seriana o della Valcamonica; un viaggio tra i mille musei che testimoniano la civiltà e l'arte degli uomini preistorici, dei popoli italici e dei romani, dei longobardi e dei carolingi, fino ai grandi artisti del Rinascimento come Leonardo, per continuare con le figure più eclettiche dei contemporanei che hanno eletto Milano a loro maison; e un ulteriore viaggio nei luoghi che hanno visto nascere il mito del made in Italy, terre di sofferente immigrazione e a volte di riscatto; e poi ancora un altro tra le prelibatezze enogastronomiche della Lomellina, del Cremonese, del Comasco e della Franciacorta, senza mai fermarci alle apparenze e alle ovvietà, ma indagando e approfondendo il perché delle cose, la loro origine e la loro evoluzione.

Gli otto itinerari

Sono otto gli itinerari di cui si compone questa guida, che spaziano sui territori di tutte le Province lombarde, dalle aree alpine alla Val Padana, dalle grandi città come Milano e Brescia ai piccoli centri. Ogni itinerario, illustrato da una pianta specifica che ne delinea il percorso, comprende le aree di sosta utilizzate (con coordinate GPS), descrive località, aree archeologiche e naturalistiche, musei e monumenti, comprendendo anche dei box sulle più importanti manifestazioni sacre e profane del territorio e altri box sui prodotti tipici. Qui di seguito ecco una sintesi degli itinerari.

Il primo capitolo è incentrato unicamente su Milano e i suoi tesori, nonché sulle Abbazie della Bassa milanese che si affacciano in parte sul Parco del Ticino: Chiaravalle, Viboldone, Mirasole e la Certosa di Pavia. Pochissimi i chilometri necessari per raggiungerle dal capoluogo, meno di cinquanta.
Il secondo itinerario ci porta nel sud-ovest della Lombardia, a partire dalla Lomellina, con le sue maggiori città d'arte come Pavia e Vigevano; si prosegue quindi con il Lodigiano e il territorio attorno a Crema (in totale sono poco più di centottanta chilometri); le località toccate sono Abbiategrasso, l'Abbazia di Morimondo, Vigevano, Mortara, Lomello, Pavia, il Castello di Belgioioso, Sant'Angelo Lodigiano, Lodi, Abbadia Cerreto, Crema e Soncino.
Il terzo itinerario è la continuazione, in un certo senso, di quello precedente, svolgendosi nell'area sud-orientale della Lombardia, fra le Province di Cremona e Mantova, dove segue il corso del Po e poi quello del Mincio. Nei suoi centosettanta chilometri si visitano, nell'ordine, Pizzighettone, Cremona, Casalmaggiore, Sabbioneta, Mantova, Grazie di Curtatone e Goito.
Il quarto itinerario è interamente dedicato alla riva lombarda del Lago di Garda, in Provincia di Brescia; si parte da Castiglione delle Stiviere, una delle località a sud del lago, ancora in territorio mantovano, e si prosegue verso le ridenti località della riva meridionale e occidentale del Garda toccando Sirmione, Desenzano, Salò, Gardone Riviera, Gardone di Sopra, Toscolano Maderno, Tignale, Limone sul Garda e infine, ormai in Trentino, Riva del Garda (in totale circa centoventi chilometri).
È pressoché tutto dedicato al territorio della Provincia di Brescia anche questo itinerario, che parte dai tesori millenari della seconda città lombarda per toccare, in circa centosettanta chilometri, l'area della Franciacorta, famosa per i suoi vigneti, quindi le sponde bresciane del Lago d'Iseo per risalire infine, sulle sponde dell'Oglio, tutta la Valcamonica, famosa per la presenza di vari siti contrassegnati dai graffiti preistorici inseriti dall'Unesco nel Patrimonio dell'Umanità. Le località toccate sono: Brescia, l'Abbazia di Rodengo Saiano, Passirano, Iseo, Pisogne, Lovere, Clusone, Darfo-Boario Terme, Cividate Camuno, Breno, Capo di Ponte, Edolo, Temù, Ponte di Legno e infine il Passo del Tonale.
Il territorio lombardo a nord di Milano è quello su cui si incentra questo sesto itinerario, che tocca in poco più di duecentoquaranta chilometri ben quattro città capoluogo di Provincia; si inizia con Monza e si toccano nell'ordine Saronno, Arsago Seprio, Castelseprio e il Monastero di Torba, Castiglione Olona, Varese, Como, Cantù, Galliano, Erba, Lecco, Varenna, Bellano e infine l'Abbazia di Piona e Colico.
Il penultimo itinerario della guida è tutto dedicato alla Provincia di Bergamo, anche se la partenza è da Palazzolo sull'Oglio, che si trova all'estremo confine della Provincia di Brescia. Nella prima parte si esplora l'area della Bassa Bergamasca, con i Castelli di Cavernago e di Malpaga, Martinengo, Romano di Lombardia, Caravaggio, il Castello di Pagazzano e il Palazzo Visconti di Brignano; quindi si giunge a Sotto il Monte e a Bergamo per poi risalire lungo la Val Seriana con Alzano Lombardo e Clusone (in totale sono poco meno di centocinquanta chilometri).
La Provincia di Sondrio, la più settentrionale della Lombardia, è l'ultima che andiamo ad esplorare in un percorso che va da Colico, sul Lago di Como (dove si era concluso il sesto itinerario) fino al Parco dello Stelvio e al confine con la Svizzera; un itinerario che segue in gran parte il corso dell'Adda e che va alla scoperta delle bellezze naturali e delle tradizioni della Valtellina e della valli minori che si aprono attorno a essa. Nei quasi duecento chilometri effettuati si visitano Morbegno, Sondrio, Chiesa in Valmalenco, Caspoggio, Ponte in Valtellina, Teglio, Tirano, Grosio, Sondalo, Bormio e infine, oltrepassato il Passo del Foscagno, si giunge a Livigno.
Obiettivo Lombardia

Edizioni Fotograf Palermo (2018)
ISBN 978-88-97988-43-4
252 pagine, 442 foto
€ 28.00 + spese postali

   Sfoglia la guida
Premessa
Introduzione
Un po' di storia
Il territorio
L'economia
Il patrimonio monumetale e artistico
La Lombardia
dalla A alla Z
A = Alpi, neve e sport invernali
B = Borsa
C = Cabaret
D = Dialetti
E = Editoria
F = Finanza e banche
G = Gastronomia e piatti tipici
H = Hotel, campeggi e parcheggi
I = Immigrazione
L = Laghi
M = Moda
N = Nebbia
O = Opera
P = Panettone
Q = Quando andare
R= Risaie
S = Strade e viabilità
T = Tecnologia
U = Usi, costumi e folclore
V = Vini
Z = Zoo e parchi natura
Indice dei luoghi
Indice delle manifestazioni
Il decalogo del camperista responsabile
Gli autori
Gli itinerari
Milano, ora et labora
  • Attorno al Duomo Attorno al Duomo
  • Oltre i Bastioni
  • Le Abbazie della Bassa Milanese
Terre d'acqua
  • La Lomellina e Pavia
  • Il Lodigiano e il Cremasco
Seguendo il Po e il Mincio
  • Il Cremonese
  • Il Mantovano
Sulle rive del Garda
  • Castiglione dello Stiviere e la riva meridionale del Lago
  • La riva occidentale del Lago
Vigneti e graffiti
  • I tesori di Brescia
  • La Franciacorta e il Lago d'Iseo
  • La Valcamonica
A nord di Milano
  • La Brianza e il Varesotto
  • L'area del Lago di Como
La Bergamasca
  • I Castelli della pianura bergamasca
  • Bergamo e la Val Seriana
Lassù, tra le montagne
  • La Bassa Valtellina e la Valmalenco
  • La Media e l'Alta Valtellina

Milano, ora et labora - Milano e Abbazie a sud della città

Terre d'acqua - La Lomellina e Pavia, il Lodigiano e il Cremasco

Seguendo il Po e il Mincio - Il Cremonese e il Mantovano

Sulle rive del Garda - La riva bresciana del lago

Vigneti e graffiti - Brescia, la Franciacorta, il Lago d'Iseo e la Valcamonica

A nord di Milano - La Brianza, il Varesotto e il Lago di Como

La Bergamasca - Bergamo e la sua Provincia

Lassù, tra le montagne - Sondrio e la Valtellina
©2012-2018 Mimma Ferrante & Maurizio Karra - Le Vie del Camper - Edizioni Fotograf Palermo
È vietata la riproduzione anche parziale dei testi e delle opere citate senza l'autorizzazione scritta degli autori e dell'editore
ggs2012  |  info cookie policy e disclaimer
Forse potrebbe interessarti anche:
Obiettivo Piemonte e Valle d'Aosta
Otto itinerari tra i tesori monumentali, naturalistici e gastronomici di Piemonte e Valle d'Aosta, tra suggestive montagne, colline ricamate da vigneti e splendidi laghi.